La Rete ti dice chi sei

lascia una traccia nella grande memoria collettiva

un acquisto lungo tre mesi. 42 giorni per riavere i soldi. Il sistema “Granbazaar”: come ti organizzo l’ecommerce all’italiana

with 13 comments

granbazaar.it

Aggiornamento sulla vicenda Granbazaar (www.granbazaar.it)

(per comprendere la storia leggi tutto dall’inizio)

6 giugno – 2 settembre: una parabola di 3 mesi per riavere i miei soldi, tra disperate richieste di informazioni via email, inutili e costose attese al telefono, promesse di consegna non mantenute, la messa in mora e una denuncia per truffa alla Guardia di Finanza.

IL TUTTO CON I  SOLDI DEL CLIENTE IN TASCA.

2 settembre 2010: ho finalmente ricevuto il rimborso. A tre mesi dall’acquisto e dopo 42 giorni dalla mia richiesta di rimborso (per legge il rimborso doveva avvenire al più presto e comunque non oltre i 30 giorni) Granbazaar.it ha riaccreditato i soldi sulla mia carta di credito, dopo avermi chiesto diverse volte i dati per effettuare un bonifico bancario (boh???). Tre mesi. Un tempo lunghissimo. E dire che io ho pagato con un semplice click. Una volta sono addirittura riuscito a parlare col mitico Federico “gestione ordini”! quasi non volevo crederci!

E NEL FRATTEMPO L’ARTICOLO DA ME ACQUISTATO – CHE PER ME NON ERA DISPONIBILE – E’ SEMPRE STATO IN VENDITA SUL SITO. DISPONIBILITA’ 5-10 GIORNI!

QUANTI ALTRI CI SARANNO CASCATI?

QUANTI ALTRI HANNO PAGATO IN ANTICIPO?

NON E’ UNA TRUFFA QUESTA?

IL CODICE DEL CONSUMO LA CHIAMA PRATICA COMMERCIALE SCORRETTA.

l’articolo 23 del codice del consumo vieta in maniera esplicita e inequivocabile di trarre vantaggio dall’esporre prezzi troppo competitivi di beni che non si possiedono in quel dato momento e che comunque presentano una conosciuta difficoltà di approvvigionamento per indurre il cliente più facilmente all’acquisto.

GIA’ SOLO SCRIVENDO LA PAROLA “GRANBAZAAR”, GOOGLE PROPONE LA RICERCA COMBINATA CON LA PAROLA “TRUFFA”

Questi furbi non hanno considerato che la rete sbugiarda tutti prima o poi.  avete mai provato a scrivere la parola GRANBAZAAR  su Google per vedere cosa esce fuori? avete idea di quanta gente incazzata c’è in giro per la rete??

Il giorno 2 settembre 2010 ho ricevuto da Granbazaar la seguente comunicazione:

Gentile cliente,

abbiamo provveduto ad evadere la sua pratica di rimborso. L’esborso sarà disponibile direttamente sulla carta di credito da lei utilizzata per il pagamento dell’ordine. La disponibilità economica è contestuale allo storno , ma potrà visualizzarlo solo nel proprio estratto conto del mese successivo. Le tempistiche di verifica sono indipendenti dalla Granbazaar srl e da imputare esclusivamente alle banche.

Cordiali saluti.

Cordiali Saluti
www.granbazaar.it

Già…cordiali saluti.

Intanto Granbazaar continua con le sua condotta scorretta, lascia che i clienti abbocchino ai prezzi bassi, intasca i loro soldi in anticipo e poi…e poi?

E poi se ci riescono ti mandano quello che hai acquistato. Altrimenti ti metti in coda, aspetti qualche mese che ti restituiscano i soldi CHE GLI HAI PRESTATO, CON I QUALI HANNO FATTO UN GRANDE ORDINE A UN BUON PREZZO DA QUALCHE VENDITORE ESTERO PER SODDISFARE I CLIENTI PIU’ FORTUNATI DI TE.

HAI PRESTATO I TUOI SOLDI A GRANBAZAAR A TASSO ZERO PER UN PAIO DI MESI, FORSE TRE. IN FONDO E’ BRAVA GENTE: ALLA FINE TI RIMBORSANO, DOPO CHE HANNO SISTEMATO I LORO AFFARI.

gentile cliente…cordiali saluti.

E ci vediamo presto. Magari in tribunale.

——————————————————————————————————————–

AGGIORNAMENTO: è nato un nuovo muro del pianto dei turlupinati da Granbazaar.it

E’ on-line all’indirizzo: http://granbazaar.is-very-bad.org

Raccoglie un numero sempre crescente di adesioni da parte di clienti FURIBONDI, che espongono i fatti loro accaduti e cercano consigli su come difendersi dai nostri ormai celeberrimi venditori.

In questo blog e su questo nuovo sito trovate tutte le informazioni per tutelare i vostri diritti di consumatori.

E se avete letto questo blog fino a queste ultime righe, significa che ne avete bisogno.

Written by Bartleby

17 settembre 2010 a 16:56

13 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. partite con l’azione legale, è l’unico modo per farsi rispettare secondo la legge…. io ho preso contatti con l’UNC di Avellino trovate i contatti a questo link http://www.studiolegaledesia.com/consumatori.htm

    erika

    12 gennaio 2011 at 15:54

  2. la mia esperienza inizia lo scorso agosto2010 quando acquisto una Olimpus sp600Uz a 156,87 Euro che pago con bonifico bancario: ordine Granbazaar 47587.

    dopo una promessa di consegna silenzio assoluto.

    dopo mie ripetute richieste mi comunicano via EMail che l’occetto non è disponibile:

    Mi invitano ad inotrare raccomandata R/R per il rimboso che faccio in data 16 sett 2010.

    da allora, nonostate ripetuti solleciti via EMail e telefonici allo 0696521700 nessun segnale , sessun contatto il tel: è sempre occupato.

    il sito continuo a mettere in vendita l’articolo della Olympus sp 600 al medesimo prezzo.

    ho richisto ripetutamente di ricevere l’oggetto data la disponibilità sul sito, ma nessuna risposta.

    sembra che la truffa continui e che truffaì!!!

    cosa si può fare???

    fausto salghetti

    11 gennaio 2011 at 16:35

  3. […] questo articolo è un aggiornamento alla vicenda Granbazaar.it Puoi leggere da qui la storia dell’inizio oppure puoi leggere uno tra gli ultimi aggiornamenti. […]

  4. […] (questo post è l’aggiornamento a questo articolo: leggi la storia dell’inizio, oppure leggi questo più recente) […]

  5. ***
    copio e incollo da altro blog in cui ho lasciato il mio feedback. Però chiederei all’autore di questo blog di rettificare il titolo perchè “e-commerce all’italiana” non ci sta per niente bene! Non è che se compri una cosa in rete 50% ti arriva 50% no e soprattutto non è che queste cose succedono solo in Italia. Per fortuna è un caso isolato rispetto agli nmila negozi virtuali che esistono.

    Per favore non contribuiamo alla NON diffusione dell’e-commerce:)
    ***

    salve,
    anch’io sono stato “vittima”. Dico sono stato perchè oggi sono riuscito a prendere “qualcosa” e il relativo rimborso per la differenza di prezzo.

    Sono andato direttamente alla sede di via di portonaccio. Ho chiesto del mio prodotto che ovviamente non era disponibile. Mi sono fatto elencare i prodotti equivalenti e ne ho scelto uno.
    proprio equivalente non era ma vista la situazione sono felice di essermela scampata.

    Vi consiglio di lasciar perdere avvocati/raccomandate/messe in mora e di:
    – Andare in sede se siete vicino ROMA e portar via qualcosa prima che sia troppo tardi
    – Telefonare (armatevi di pazienza) e chiedete la disponibilità di altri prodotti

    La mia personale impressione è che se continua di questo passo troveranno sempre più difficile vendere e quindi (anche volendo) rimborsare.

    In bocca al lupo.

    Stefano

    25 ottobre 2010 at 22:52

    • “e-commerce all’italiana” ci sta benone invece, sai perchè? Perchè da mesi questi signori continuano imperterriti senza che NESSUNO faccia qualcosa. Guardia di Finanza avvisata, Polizia Postale avvisata, Associazioni dei Consumatori avvisate…chi è stato l’unico a muoversi? STRISCIA LA NOTIZIA per televisione.

      Non fa tanto italiano? a me pare proprio di si.

      bartleby

      29 dicembre 2010 at 14:56

  6. A mio parere Granbazaar è solo una truffa per tenere in “ostaggio” i vostri soldi, vi racconto brevemente la mia storia:
    il 17 Agosto 2010 ho ordinato da granbazaar un obiettivo canon con paraluce
    dopo vari slittamenti nella data di presunta consegna (08/09, 21/09, 04/10, 25/10)e tante telefonate al loro centralino (con tempi di attesa lunghissimi) il 18 ottobre sono andato nel loro negozio (via di Portonaccio – Roma) dicendogli che volevo l’oggetto oppure i miei e gli davo tempo una settimana altrimenti sarei tornato con i carabinieri. Dopo 2 giorni mi rimborsano i soldi tramite paypal.

    Un consiglio per tutti quelli che visitando il sito di Granbazaar pensano: “ci vuole un pò ad avere l’oggetto ma si risparmia”, vi assicuro che leggendo l’esperienza di moltissime altre persone (vedetevi il gruppo su facebook: “NO! granbazaar NO!”, o visitate questo sito http://granbazaar.is-very-bad.org/) si parla di attese di 3-4 mesi per un oggetto che spesso non arriva mai e addirittura 5-6 mesi per riavere il rimborso, e sicuramente nel frattempo gli oggetti acquistati da queste persone (me compreso) saranno scesi di prezzo!
    Quindi mi raccomando non comprate da granbazaar!!!

    Stefano

    23 ottobre 2010 at 11:42

    • l’avventura credevo fosse finita ma così non è, stamattina mi è arrivata una mail da tale Fabiana di Granbazaar, ve la posto con di seguito la mia risposta:

      Gentile Cliente,
      La contatto in merito al gruppo attivo su facebook, NO GRANBAZAAR NO, del quale è membro.
      La invito cortesemente a rimuovere ogni tipo di diffamazione nei riguardi della società scrivente; il rimborso l’ha ricevuto, pertanto, come pensa che siamo dei truffatori? E’ palese il fatto che non siamo riusciti a mantenere le promesse fatte, sicuramente poco le può interessare che la Granbazaar sta subendo problemi di diversa natura, ma suo malgrado sta cercando di rimborsare tutti i clienti.
      Non crede che se fossimo davvero dei truffatori, di noi non ci sarebbe più traccia? A cosa le giova continuare a diffamarci su facebook o altri forum? Lo sa che potremmo farla anche noi la segnalazione alla polizia postale?
      Visto che il rimborso l’ha avuto potrebbe rassicurare gli altri membri del gruppo, così da tranquillizzare gli animi di tutti.
      Spero di essere stata chiara il più possibile.
      cordiali saluti
      Fabiana
      Staff-Granbazaar

      la mia risposta è stata:

      Gentile signora/ina,
      se legge bene i miei commenti sul vostro sito di ecommerce io ho scritto: “A mio parere Granbazaar è solo una truffa per tenere in ostaggio i vostri
      soldi”, quindi è una mia opinione e sono pienamente libero di scrivere ciò che penso su internet o dove io meglio creda. Io, come tantissime altre persone che hanno scritto prima di me (sono talmente tante che se lei scrive granbazzar su google le verrà dato come suggerimento “granbazaar truffa”), ho la possibilità e la volontà di lasciare la mia opinione sul vostro negozio su tutti i siti nati con l’obiettivo di tutelare i consumatori da negozi come il vostro. Le ricordo inoltre che nella mia opinione, la invito a rileggerla, si parla del rimborso avvenuto, ma anche del tempo (2 mesi) nel quale avete tenuto in “ostaggio” i miei soldi, soldi che sono riuscito a riprendere solo perchè sono venuto nel vostro negozio per farmeli ridare dicendovi che altrimenti avrei chiamato le forze dell’ordine, soldi che avrei sicuramente preferito usare in altro modo.
      Riguardo al fatto che lei mi minacci di fare una segnalazione alla polizia postale questo è davvero il colmo, le ricordo comunque ch l’articolo 21 della nostra Costituzione recita così: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”, la invito quindi a non mandarmi mai più mail di questo genere.
      Cordiali saluti
      Stefano

      Stefano

      26 ottobre 2010 at 10:51

      • E’ palese che, dalla sua riposta ha letto forse una parte della mia mail, ed è evidente che è ancora pieno di rabbia nei ns confronti, visto che nessuno ha mai parlato di minacce!
        Visto e considerato che è stato così attento da riportarmi l’art. 21 della costituzione, anche noi possiamo e siamo liberi di manifestare il proprio pensiero! Pertanto continueremo a rispondere ed inviare mail ai clienti.
        Comunque le ricordo che: TRUFFA=SPARIRE QUANTO PRIMA!! Mi sembra che siamo ancora qui …
        saluti
        Fabiana
        Staff-Granbazaar

        la mia risposta:

        Voi siete liberi quanto me di esprimere il vostro pensiero, ci mancherebbe, ma non avete nessun diritto di dirmi cosa io devo fare, è questo il punto. La rabbia nei vostri confronti c’è ancora ed è data dal fatto che vi avevo specificato che l’obiettivo mi serviva per motivi di lavoro ma non ho potuto usarlo a causa della vostra inefficienza. Il fatto che voi abbiate tenuto i miei soldi per 2 mesi, rimandando 3-4 volte la data di consegna, costringendomi a telefonare più volte al vostro centralino (aspettando anche 30 – 40 minuti per parlare con qualcuno) per avere informazioni circa un prodotto che avevo pagato in anticipo, mi fa pensare che la vostra sia una truffa bella e buona. I miei dubbi su di voi vengono poi alimentati dal fatto che l’oggetto che avevo acquistato veniva dato come disponibile, e lo è tuttora, in 2-7 giorni cosa assolutmante non vera. Ribadisco il fatto che questa è solo la mia opinione e in quanto tale sono libero di esprimerla dove e come voglio.
        Vi consiglio inoltre di non mandarmi più mail di questo genere in quanto non fate altro che peggiorare la vostra situazione. Non capisco infatti come possiate avere la presunzione di cercare di censurare un consumatore come me che da voi vorrebbe ricevere solo delle sentite scuse.
        Stefano

        Stefano

        26 ottobre 2010 at 11:28

  7. Sono anche io un turlupinato… e per adesso sono ancora in stand by… 11 giugno l’ordine di 2 obiettivi; 1 dopo pressioni fortissime arriva il 20 luglio, l’altro è ancora in attesa… ad oggi, l’unica cosa che ho ricevuto è stata una mail dell’11 ottobre…

    “Spett.le Cliente,

    con la presente siamo a comunicarLe che purtroppo, a causa di alcuni inconvenienti verificatisi nel corso dell’ultimo periodo estivo, si sono determinati ritardi nell’evasione degli ordini e nella consegna dei prodotti perfezionati precedentemente al 31.08.2010.

    La Granbazaar S.r.l. chiarisce sin da ora che tali spiacevoli inconvenienti sono avvenuti per ragioni e cause assolutamente estranee alla propria volontà e derivanti esclusivamente da problematiche relative ad alcuni fornitori Granbazaar che non hanno adempiuto tempestivamente alle proprie obbligazioni.

    La società tiene a precisarLe che, preso atto della temporanea ed ormai risolta difficoltà nell’evasione degli ordini, si è attivata immediatamente per effettuare il rimborso delle somme già versate dagli utenti in tutti i casi in cui questi ultimi ne abbiamo fatto richiesta ed, in ogni caso, in conformità e secondo le tempistiche indicate nelle condizioni generali di contratto.

    A questo proposito, Le rappresentiamo che ove fosse Sua intenzione chiedere il rimborso delle somme precedentemente versate per l’acquisto di un prodotto, la Granbazaar S.r.l. si dichiara assolutamente disponibile ad evadere tale richiesta entro il termine ultimo di giorni 60 dal ricevimento della Sua richiesta.

    Ove, invece, permanga la Sua volontà di ricevere il prodotto ordinato, Le assicuriamo che la società provvederà alla consegna dei prodotti ordinati entro il medesimo termine di giorni 60.

    Per maggior trasparenza e per semplificare il rapporto tra Utenti e Granbazaar S.r.l., la società ha attivato un nuovo indirizzo e.mail attraverso il quale potrà comunicare le Sue determinazioni e rappresentare ogni problematica, per la risoluzione delle quali la Granbazaar S.r.l. si impegnerà immediatamente.

    L’indirizzo, già attivo e funzionante, è: vecchiordini@granbazaar.it

    La Granbazaar S.r.l., nel rammaricarsi per quanto accaduto, dichiara di rinnovare il proprio impegno per continuare ad offrire agli utenti un servizio commerciale di prima qualità, meritando la fiducia di tutti coloro che negli anni hanno acquistato migliaia di prodotti presso il sito http://www.granbazaar.it, ricevendo tempestivamente e senza alcun disagio i prodotti prenotati.

    Cordiali saluti Granbazaar S.r.l.”

    ho telefonato, e mi hanno detto che essendo il mio ordine tra i più vecchi, lo avrebbero mandato subito, senza aspettare i 60 giorni…

    DEVO CREDERGLI ????????????????? ???????????????? ????????? ???????????????????????????????? ???????????????????

    Cosa devo fare secondo voi?

    ale

    15 ottobre 2010 at 17:01

  8. Granbazaar risponde ai clienti truffati:

    http://granbazaar.is-very-bad.org/le-risposte-di-granbazaar/

    Fabrizio

    29 settembre 2010 at 22:14

  9. Fabrizio

    21 settembre 2010 at 01:00

  10. Ciao,

    sto creando questo blog:

    http://granbazaar.is-very-bad.org/

    la mia idea e’ di raccogliere, ora e finche’ a questi signori non verra’ impedito di continuare con queste condotte, commenti, storie e lamentele di clienti delusi.

    Ti chiederei di contattarmi in mail privata se ti puo’ interessare partecipare alla cosa, in modo da continuare a dar voce alle proteste.

    Grazie

    Fabrizio Fiorucci

    17 settembre 2010 at 20:51


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: